LaLuceCheCercavi

Sito Cattolico

Piccola Medjugorje

Banner

 
   
  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
02/11/2017 08:30  

Riflessione spirituale del mattino 2 novembre 2017

Riflessione spirituale del mattino 2 novembre 2017

Rispetto...

Ricordare le persone care che ci hanno lasciati, colma in parte, quei vuoti che si creano nell'anima. I ricordi di chi abbiamo amato aiutano a superare la loro assenza, anche se sono vuoti incolmabili. Pensare a chi non c’è più rattrista molto. Tutti abbiamo avuto dei distacchi che portano tanto dolore e lacrime e, per alcuni più deboli, rabbia e disposizione. Ecco che allora è necessario pregare molto, pregare tanto, pregare con fede ed è di questo che i nostri cari defunti hanno bisogno: di essere ricordati attraverso la preghiera. La preghiera per loro è come dare un bicchiere d'acqua fresca a chi ha tanta sete! Loro, allo stesso modo, ricambiano e vegliano su di noi con la loro preghiera. Proviamo a recitare il Santo Rosario camminando tra le tombe e ne sentiremo il benessere.
Poi ci sono le usanze, ad esempio dalle nostre zone, nella sera tra la festa dei santi e quella dei morti, si lascia la tavola imbandita, anche solo con pane, vino, acqua e qualsiasi cosa la nostra sensibilità ci detta ...sono usanze antiche che vanno bene sempre, se intese come forme di preghiera e di affetto. Come ogni anno propongo di adottare delle anime che, per colpa di vizi terreni, sono ancora nel purgatorio. Preghiamo con fede per loro e sicuramente sentiremo il loro sostegno. Buon giorno amici, in questi giorni visitare il cimitero con confessione e santa messa, fa guadagnare l’indulgenza plenaria per noi e per i nostri cari defunti che così possono passare in Paradiso. Vi benedico, diacono don emilio cioffi il “sia fatta su di me la volontà di Dio”. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
01/11/2017 09:00  

Riflessione spirituale del mattino 1 novembre 2017... Ognissanti

Riflessione spirituale del mattino 1 novembre 2017... Ognissanti

Il bene...

Auguriamo sempre il meglio del bene a tutti, sopratutto a chi questo bene non merita! Rispettiamo la parola che Gesù ci ha dato col Comandamento Nuovo: “ama il prossimo come te stesso!” La santità non ha un prezzo, il santo nel corso della sua vita non ha pensato di diventare santo ma di mettere in atto la parola del Signore! ...Chiunque la osserva diventa santo. ...Un piccolo gesto d'amore e già in quell'istante si cammina verso la santità. Santificarsi significa mettersi a disposizione degli altri, donarsi e non risparmiarsi, cioè lasciarsi consumare dall'amore di Dio.

Ora se pensiamo di santificarci, prendiamo esempio da un santo che ci ha colpito al cuore e cerchiamo di mettere in pratica i suoi insegnamenti! Proviamo per un attimo a sentirci uniti alla sua santità. Buon giorno amico/a, a quale santo di solito ti rivolgi per farti aiutare?

Vi benedico, diacono don emilio cioffi il “cerco di diventare santo”, di Dio. Amen. Auguri a tutti i battezzati in Cristo Gesù, nostro Signore.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
31/10/2017 06:50  

Riflessione spirituale del mattino 31 ottobre 2017

Riflessione spirituale del mattino 31 ottobre 2017

Lentamente...

Non dire mai: “non mi tocca”, perché ti potresti ‘svegliare’ e scoprire che sono passati degli anni, senza accorgerti.
Cosa è cambiato della nostra vita, dei nostri giorni, dei nostri anni? Ho letto sul cancello di un cimitero: "quello che tu sei, io sono stato... quello che ora sono, tu sarai." Si, è proprio così, tutto passa, tutto viene segnato. Per molti di noi la vita non è stata benevola, e ha offerto sofferenze e dolori; con altri invece, è magnanima e benevola. Sembra un’ingiustizia ma non è proprio così.

Dio sa essere imparziale, è come un’altalena dove l'equilibrio della diversità ci porta a essere sempre figli suoi. Tutto passa, tutti d'altronde, avremo un posto dove trascorreremo il grande riposo eterno. Hallowin fa una grande differenza d'Amore; chi non lo capisce è tiepido verso la sua religione.

Buon giorno amici e andiamo avanti. Vi benedico, diacono don emilio cioffi il “io festeggio solo carnevale”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
30/10/2017 09:45  

Riflessione spirituale del mattino 30 ottobre 2017

Riflessione spirituale del mattino 30 ottobre 2017

È inutile...

Perché risparmiare? cosa dobbiamo risparmiare?
a chi andranno i nostri risparmi?
Che beneficio avremo dai nostri risparmi, dalle nostre rinunce?
Sembra un paradosso: c'è chi conserva per far star bene, e chi se ne deve veder bene. Ma vale la pena accumulare tesori che mai useremo, che mai consumeremo?

Viviamo la nostra vita nella semplicità, facendo delle cose straordinarie, lasciando che i nostri risparmi non diventino motivo di schiavitù. Realizziamo delle cose che possano portare benessere sia al corpo che allo spirito. Costruiamo tesori in cielo e non lasciamoci prendere dall’avarizia terrena. Tutto ciò che potrebbe darci sollievo spirituale è meglio farlo. È trieste vedere che quei risparmi del sudore di anni, di una vita, poi vengono sperperati da gente che magari non ha mai lavorato! Si amici, risparmiare Sì, ma il giusto che serve per affrontare un giorno, non so, un matrimonio, anche una malattia, un funerale, una vacanza..., ma accumulare avidamente e metodicamente no!

Dio non vuole questo, Dio vuole che noi viviamo bene, viviamo nella semplicità, dignitosamente, senza esagerare né nel troppo risparmio né nell' essere troppo dispendiosi. Come si dice: “nella via di mezzo c’è la virtù” Buon giorno amici e buon lunedì. Vi benedico, diacono don emilio cioffi “il molisano, di Dio”. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
29/10/2017 09:46  

Meditazione della trentesima Domenica del Tempo Ordinario 29 ottobre 2017

Meditazione della trentesima Domenica del Tempo Ordinario 29 ottobre 2017

Meditazione della trentesima Domenica del Tempo Ordinario 29 ottobre 2017

Chiunque non sa distinguere il bene dal male, non può dire che vive il bene, ma soprattutto vive ciò che sta compiendo in quel momento, cioè il suo dubbio. Impariamo a usare di nuovo la corona del Santo Rosario, teniamola stretta tra le mani, viviamo il grande mistero della preghiera: solo in essa possiamo riscoprire l'importanza di essere figli di Dio! Chi non comprende non potrà mai vivere in pace. Chi non vive in Dio non vive in pace, ma vive nei tormenti, i tormenti della materia. Tormenti che solo Satana consegna all'uomo dubbioso.
Dio consegna la croce, satana consegna la terra. Scegliamo di vivere sulla croce, con la croce, in croce in Cristo Gesù e avremo il riposo dell'eternità,
la pace interiore.

Piccola meditazione Mariana...

Figli della Croce, Abbiate pietà gli uni verso gli altri. Sopportatevi con pazienza, nella sopportazione c'è anche il silenzio. Non trascurate le vostre famiglie, non trascurate il cuore delle vostre madri, siate generosi con loro. Vivete la famiglia, chi non riconosce l'amore della madre, come può amare gli altri? come può vivere nell'amore? Gesù, mio figlio, vi ha donato a me, io sono vostra madre, e in qualità di madre, Io vi dico amateVi, amate e fate amare! Io dal cielo, per Amore lo faccio sempre.

Buongiorno amici, buongiorno a voi tutti che sapete trascorrere questa Santa Domenica con Gesù e Maria. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi “il riflettore spento” di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
28/10/2017 08:05  

Riflessione spirituale del mattino 28 ottobre 2017

Riflessione spirituale del mattino 28 ottobre 2017

Evito...

A volte la “buona parola”, in alcuni di noi, non fa radici perché c’è chiusura al sacro, all'amore. Parole sante che non riescono ad entrare in noi perché “poco redditizie”. La bugia, l'ipocrisia, la maldicenza e la cattiva educazione hanno preso possesso nei nostri cuori, sostituendosi alla legge di Dio. Nulla più ci fa paura, neanche l’esistenza dell'inferno ...dove ci sarà pianto e stridore di denti. A volte anche pellegrinaggi e preghiere sono passatempi, un modo per evadere, per distrarsi.

Chi ha più bisogno di Dio? Chi ha più bisogno di confessarsi e comunicarsi? A volte sembra che farlo diventi un modo per dire l'ho fatto e lo faccio anch'io giusto per.... Neanche più il dolore ci riavvicina a Dio: satana minaccia chi ancora ci crede! Cosa dire: continuiamo così, forse chissà, un giorno capiremo cosa abbiamo fatto e lasciato alle nostre famiglie, alla nostra cortissima vita! Ora che siamo ancora in tempo pensiamo se vale la pena essere cattivi con i buoni di Dio! Buon giorno amici, certo che la vita ci ha divisi: buoni e cattivi...

Vi benedico, diacono don emilio cioffi il
" Setaccio " di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
27/10/2017 09:05  

Riflessione spirituale del mattino 27 ottobre 2017  Sacrifici...

Riflessione spirituale del mattino 27 ottobre 2017  Sacrifici...

Riflessione spirituale del mattino 27 ottobre 2017 Sacrifici...

Guardiamoci un po' intorno, vediamo quanta gente che soffre, quanta gente deve privarsi di tutto mentre altri non si fanno mancare nulla, senza risparmio.
C'è chi deve razionalizzare tutto, finanche il riscaldamento perché bisogna risparmiare...avere la stufa a pellet e non poterla accendere perché non si può comprare il pellet... avere il frigo ma vuoto... avere un automobile e non poter pagare l'assicurazione, il bollo... e andare in giro per cercare lavoro. Chi gira in bicicletta o a piedi per non pagare i mezzi publici, ma la cosa più grave è avere bisogno di medicine e non poterle comprare! Che sofferenza c’è in giro?! Come ci siamo ridotti? o dobbiamo dire come come ci hanno ridotti? Perché tutto questo?

Riflettiamo un poco, cerchiamo di sostenere i deboli, magari aiutandoli con piccole offerte per non farli sentire soli. Riproviamo la gioia nella semplicità, Dio non distingue il ricco dal povero ma vuole da tutti e due sacrifici e sottomissione a lui perché la nostra vita è sempre e rimarrà a Sua disposizione, Lui solo sa quanto gli è costato la nostra libertà. Buongiorno amici se avete la possibilità di aiutare fatelo! vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi “il portabandiera, di Dio”. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
26/10/2017 08:25  

Riflessione spirituale del mattino del 26 ottobre 2017  Uffa...

Riflessione spirituale del mattino del 26 ottobre 2017 Uffa...

Basta compiangere se stessi, cresciamo, diventiamo persone mature, lasciamoci alle spalle i traumi dell'infanzia i dispiaceri e i disastri di gioventù, e la paura del presente e del futuro! Come è possibile vivere con il terrore di ogni cosa? Paura di uscire, di incontrare, di parlare, ma come si fa a vivere in questa maniera? Gesù ci insegna che la libertà e il dono più bello e più prezioso; viviamo in pace, con tutti, comportiamoci bene e non pensiamo troppo agli altri, ma pensiamo a fare il bene quando ci viene chiesto, perché fare male il bene potrebbe causare guerre, divisioni e umiliazioni.

Amici per colpa del nostro difficile carattere, del nostro essere maliziosi e dubbiosi stiamo trascorrendo la nostra vita agitata e tormentata -l'inferno terreno- per colpa del nostro carattere instabile. Dio è libertà e amore, anziché di aver paura preghiamo, affidiamoci alla preghiera e sentiamoci liberi: in essa c'è la gioia di vivere bene. Buon giorno amici a voi tutti che sapete pregare e sopportare gli ignavi.

Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, “il tappa buchi“ di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
25/10/2017 09:00  

Riflessione spirituale del mattino del 25 ottobre 2017

Riflessione spirituale del mattino del 25 ottobre 2017

Cosa combini?

Com'è possibile che sappiamo dire che amiamo, Che sappiamo essere disponibili con tutti e poi facciamo soffrire chi non dovremmo far soffrire? sembra un paradosso, amo l’altro, amo le cose che mi piacciono e faccio soffrire chi non accetta e non condivide la mia scelta. l'Amore non è necessariamente “abbracci e baci” solo per chi crede di amare, e coltellate e tradimenti per far accettare ciò che agli altri non vogliono.

Quanti matrimoni falliti, quanti fidanzamenti durati anni, anni e anni e poi con niente Messi da parte, accantonati in un luogo di sofferenza! Cosa sta succedendo nel cuore e nella mente dell'uomo, se non egoismo e prepotenza gratuita! Dio è il grande giudice, il suo giudizio vale più dei nostri capricci! Non sappiamo neanche più confrontarci con gli altri, si vuole tutto e subito. Apriamoci alla riflessione, anche a comprendere cosa lasciamo e a cosa andiamo incontro! Tornare indietro non è sempre facile. Ma essere educati si...

Buongiorno amici, buon mercoledì di riflessione! vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi “il punto e accapo” di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
24/10/2017 08:20  

Riflessione spirituale del mattino del 24 ottobre 2017

Riflessione spirituale del mattino del 24 ottobre 2017

Chi di noi ?

Tutti agli occhi di Dio siamo uguali! Noi tutti esseri umani, siamo stati creati a somiglianza di Dio; diversi nel carattere, diversi nell'aspetto, diversi per contesto sociale che ci è capitato, ma tutti uguali! Si amici, il sentimento e la voglia di avere, di possedere, di dominare, l’abbiamo tutti; è ovvio che Dio non vuole che ci sia sopraffazione ma, bensì, chi ha un "potere” deve metterlo anche a servizio degli altri.

A tutti viene chiesto di vivere dignitosamente e lasciar vivere con altrettanta dignità!Perciò chi ha dia, chi non ha prenda con educazione e rispetto, senza approfittarsene, questa è la legge dell’Amore e solo chi crede dona. Gli altri, invece... vogliono solo.

BUONA giornata di simpatica! Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, il “posso sbagliare anch'io” di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
23/10/2017 09:30  

Illusi… Riflessione spirituale di lunedi 23 ottobre 2017

Illusi… Riflessione spirituale di lunedi 23 ottobre 2017

Illusi…

L’unica cosa che abbiamo da fare nella nostra vita è quella di diventare Santi… tutto il resto viene lasciato alla fantasia…
Il segreto per la nostra santità è parlare poco e quando dobbiamo farlo, bisogna parlare tenendo presente l’obbiettivo al quale aspiriamo, cioè la Santità!..
Amici, mettiamoci più impegno a diventare docili e innocui, mai scegliere il facile, il comodo, l’ottimo, in questo si nasconde il proprio dominio e il dominatore, cioè satana. Invece, offrendo a Dio la nostra volontà, senza fare differenze col il nostro prossimo vero e sofferente, che campa a stento, allora sì che aspiriamo alla santità! Solo chi ama può usare carità nei confronti del fratello che sbaglia… Buongiorno, amici, e diamoci da fare per il bene! Vi benedico.
Diacono don Emilio Cioffi, il “sopportato dalla misericordia”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
22/10/2017 09:50  

Meditazione spirituale della XXIX domenica del Tempo Ordinario 22 ottobre 2017

Meditazione spirituale della XXIX domenica del Tempo Ordinario 22 ottobre 2017

Allacciate la vostra vita alla vita di Gesù. Tutto quello che passate voi lo ha passato prima di voi il Cristo, il Figlio del Dio vivente: maltrattato e condannato. Ogni passo che fate è un passo insieme a Gesù, percorso prima da Lui, da Gesù. Non affliggetevi, se in alcuni momenti percorrete la stessa persecuzione di Gesù, alla fine Lui ha vinto! Siate giusti con i giusti, caritatevoli con gli ingiusti, e la vostra vita sarà diversa da chi non fa e non mette in pratica la parola di Dio!

Piccola meditazione Mariana.
Figli miei, figli amatissimi, figli della passione di Cristo mio Figlio, il peccato fa gola a molti perché sa di sapore terreno ed è più facile assaporare la terra che il cielo. Vi assicuro però che il cielo ha un sapore non misurabile e chi lo assaggia non ha voglia di amare la corruzione della terra! Siate figli e non fate piangere le vostre madri, perché Dio conta tutte le lacrime delle mamme! Un giorno, dico un giorno, ripeto un giorno, Tutto finirà, ci sarà una separazione: i figli della luce nella luce, i figli delle tenebre nelle tenebre!

Buongiorno, amici, mettiamo in pratica ciò che leggiamo! Vi benedico diacono.
Diacon don Emilio Cioffi, il “colui che non si stancherà mai di cercare Dio”, di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
21/10/2017 09:25  

Tieni duro…

Tieni duro…

Tieni duro…
Resisti e reagisci! Questo è l’unico modo per risolvere i problemi; reagire significa trovare altri spazi, altri momenti, altre persone che potrebbero aiutarci; resistere significa fermarsi, non andare avanti, …bloccarsi è come una macchina che si è fermata a uno stop e poi ha paura di oltrepassare l’incrocio perché non si fida degli altri autisti. Reagiamo a tutte le cose che non ci piacciono, valutando accuratamente se ne vale la pena. In alcuni casi è meglio insistere se ci crediamo a quello che vogliamo fare.

Dobbiamo sempre reagire e insistere fino a quando non avviene. È come camminare in un tunnel dove il buio centrale potrebbe prenderci l’entusiasmo e bloccarci. Reagire e andare avanti, superare il buio, arrivare alla fine, dove sicuramente troveremo soddisfazione! Ricordiamo: RESISTERE, INSISTERE e REAGIRE, sono i tre atteggiamenti che ogni persona deve mettere in atto, ma soprattutto bisogna usare il buon senso! Buona giornata a tutti amici, voi che come me, lo fate ogni giorno! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “testadura di Dio”. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
20/10/2017 10:25  

Riflettere… Riflessione spirituale di venerdi 20 ottobre 2017

Riflettere… Riflessione spirituale di venerdi 20 ottobre 2017

Riflettere…

Non complichiamoci la vita. Molte volte le discussioni per alcuni sono un po’ inutili e insistere potrebbe portare acidità allo stomaco, accompagnato al mal di pancia. Perché ci riesce difficile capire che di fronte alle difficoltà bisogna usare l’autocontrollo, senza gridare?! O preferiamo rischiare malattie cardiovascolari? A volte non è il problema che potrebbe ammazzarci, ma il modo come lo affrontiamo! La malattia o gli svariati problemi, quando arrivano, non ci rendono felici, questo si sa, ma essere infelici per tutti gli impedimenti è tutto un altro discorso. Se vogliamo essere persone sagge che sanno affrontare il “nemico” dobbiamo saper usare la ragione; cosa aspettiamo ad usarla? Cosa accadrebbe se la vita fosse piatta? Credo che moriremmo tutti senza entusiasmo. E se Gesù avesse rifiutato la sua croce, che ne sarebbe stato di noi ? O se i martiri avessero rifiutato il loro martirio, quale coraggio esisterebbe? O se addirittura le nostre mamme avessero deciso di non partorirci, che affetto ne avremmo?

Perciò, amici, senza battere ciglia, combattiamo tutto con la Santa Croce, stringendola nelle nostre mani, in silenzio, senza far del male a nessuno, e usando tanta, tantissima pazienza; andiamo avanti per amor di pace. Buona giornata, e non date retta a chi ci fa del male! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il cerco di andare avanti” di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
19/10/2017 05:30  

Salviamo la nostra famiglia… Riflessione spirituale di giovedi 19 ottobre 2017

Salviamo la nostra famiglia… Riflessione spirituale di giovedi 19 ottobre 2017

Salviamo la nostra famiglia…
Amici, è giunto il momento di essere più chiari con noi stessi e con gli altri. Guardiamoci dall’essere coinvolti da cose che potrebbero turbare l’equilibrio delle nostre famiglie danneggiandone la serenità! Osserviamo i comportamenti degli stessi familiari e se vediamo che c’è qualcosa che non va, indaghiamo perché, tralasciando, dopo, potrebbe essere troppo tardi. Perciò amici è salutare e necessario che nelle famiglie si preghi un po’ di più: con la preghiera riusciamo a vedere oltre ciò che vede una persona che non prega mai o che prega poco!

I nostri figli, le nostre famiglie, le nostre amicizie vere sono in pericolo, perché ci sono persone maldestre che girano per portare disagio, divisione e allontanamenti dai propri familiari. La famiglia è importantissima: è il fulcro dove Dio si rivela di più. La stessa Vergine Maria a Medjugorje ha detto che il demonio fa del tutto per dividere le famiglie. Voi che come me, amate la serenità e la famiglia, proteggiamole dalle false amicizie! Rinforziamoci con la preghiera e imponiamoci di essere chiari contro il male; non cerchiamo solo il successo della terra, ma viviamo il nostro cattolicesimo fatto di umili, di semplici. Buongiorno a tutti! Un abbraccio, vi auguro di essere sereni. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il frantoio” di Dio. Amen.


   

La luce che cercavi | Corso XXV archi, Roccaravindola, 86070 | (IS) - ITALIA | Tel: 349 50 75 948 |