LaLuceCheCercavi

Sito Cattolico

Piccola Medjugorje

Banner

 
   
  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
20/01/2019 12:51  

Tutto ha un limite

Tutto ha un limite

Meditazione spirituale della seconda domenica del tempo ordinario -
20 gennaio 2019.

Piccolo pensiero di Padre Pio.

Tutto ha un limite, ogni cosa che si inizia ci porta al termine di un limite, e lo stesso limite rappresenta la fine del nostro desiderio. Tutto ha un limite, anche nella stessa preghiera; se la preghiera viene condizionata dal nostro superfluo, non potrà mai arrivare a ciò che si desidera. Ecco perché la madre, la Vergine Maria, invoca aiuto al figlio per la mancanza di vino, e il fine di quella preghiera è che Gesù trasforma l'acqua in vino. Così anche noi, siamone certi che tutto ciò che chiederemo con il cuore, col cuore verrà dato, tutto ciò che chiederemo con gli interessi personali sfumerà.

Piccolo pensiero Mariano.

Figli del mio cuore, sappiate che nulla è perso se ciò che si fa si fa con amore. Non siate turbati, il tempo del male sta per scadere, il cielo si sta aprendo per un'abbondanza di pace su tutta l'umanità. Figli pregate affinché tanti figli si salvino, il fuoco è tremendo, non lascia scampo a nessuno.
I malvagi tremeranno per la vergogna di aver causato tanto male. Ripiegate la vostra condotta verso mio figlio Gesù, in lui c’è la vita. La forza della vita è amare la stessa vita. Come mio figlio l'ha donata a voi, così voi donatela per amore a chi vita non ha.

Buongiorno amici, buona domenica a tutti! Vi ricordo la Messa, è importante andarci. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “il raccogli carta da terra”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
19/01/2019 11:57  

Se tu credi

Se tu credi

Pensiero del mattino 19 gennaio 2018

Se tu credi

È necessario per tutti avere fede ma non una fede all’acqua di rose, ma una fede stabile, una fede che ti inchioda alla croce. La vera fede amici è proprio questa: sentire i chiodi alle mani e ai piedi, con l’immancabile corona di spine e la lancia al costato. La Fede non la può fermare nessuno, nessun ostacolo può indebolirla perché è forza di Dio. Amico o amica, l'uomo sciocchino che promette cose che non può mai dare, non dev'essere considerato o tanto meno sapere delle nostre cose personali. La fede Cammina da sé e si fa spazio, quando questa è vera. La fede cammina senza paura, per questo amici, non applichiamoci troppo a pensare a come fare a difenderci, ma lasciamoci inchiodare alla croce, è su quella croce che un giorno troveremo l'arma per riconquistare l'onore dell'amore. Buona giornata a tutti voi che sapete sperare! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “il miracolato”, di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
18/01/2019 06:56  

Meglio farla!!!!!

Meglio farla!!!!!

Pensiero del
mattino 18 gennaio 2018. Amici,
chiedo nell'unità sempre se potete, una preghiera di liberazione nella prima mattinata, per degli amici che ho nel cuore.

Meglio farla!!!

A volte sentiamo dire: “cosa aspetta Dio a punire i cattivi con calamità o malattie?!” Si è vero, esce spontaneo dire “chi male fa male si aspetti”. Ma vista così questa è una richiesta di “giustizia” alquanto anomala ...non dimentichiamo che a chiedere la vendetta alla fine chi ne potrebbe soffrire di più è proprio chi non centra nulla! C’è da dire, amici, che questi fratelli che fanno vivere male il proprio prossimo gioiscono se gli innocenti soffrono al posto loro! Allora è giusto, secondo noi, chiedere a Dio di mandare punizioni su queste anime perse se poi quel male colpisce chi già soffre? Credo proprio di no. Perciò amici la migliore cosa da fare è caricarsi la propria croce sulle spalle e andare avanti
chiedendo a Dio, con l'arma della preghiera, di trasformare il loro male in bene, sia per noi che per loro! Bisogna sperare in una loro conversione, perché l'amore, ricordiamocelo, salva il giusto, l'innocente. Buona giornata nel migliore dei modi, e rallegriamoci vivendo corretti. Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, “il pane e nutella”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
17/01/2019 07:32  

Come si fa...

Come si fa...

Pensiero del mattino 17 gennaio 2019 -
Sant'Antonio Abate.

Come si fa.

A volte sembra di sentire ancora la voce di mia madre che mi diceva “...stai attento, non andare con amicizie sbagliate, ricordati di non tornare tardi..” e così via. Ora tutte queste raccomandazioni le facciamo ancora ai nostri figli? Molti sicuramente le fanno ancora, seguendo il vecchio metodo di educare la propria famiglia come tradizione vuole; metodi esemplari di moralità e di buona educazione, con modi gentili che valgono sempre, che non hanno scadenza, persone rispettose del proprio prossimo e dei luoghi dove vivono.
Purtroppo oggi vengono sottovalutate le cose più importanti, come la fede e come l'educazione della persona, iniziando fin dalla tenera età. Ad oggi, purtroppo, per alcuni il male passa per bene e il bene viene annoverato come male. Amici preghiamo affinché non prevalga l'ingiustizia ma, attraverso Dio, in ognuno sia presente il bene anche se a volte costa fatica farlo.
Buongiorno amici non scoraggiamoci, la verità salva, la bugia autodistrugge!Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “la giustizia”, di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
16/01/2019 07:03  

Quanto fracasso.....

Quanto fracasso.....

Pensiero del mattino 16 gennaio 2019

Quanto fracasso...

Risparmiamo le molteplici parole di chiacchiere e osservazioni inutili, ma sia il nostro parlare una preghiera continua con parole dolci e belle. Si parla per dare sfogo alla bocca. A volte sentiamo degli spropositi che neanche la persona più abituata ha voglia di ascoltare, come per esempio dare giudizi sull'operato della Chiesa, anzi degli uomini di chiesa; è vero, molti non danno buon esempio però il nostro sguardo dev’essere fisso al Signore, e loro, alla fine ci donano Gesù nonostante non ne siano degni... ma chi è degno? Però c’è anche da dire che non possiamo chiudere gli occhi su tutto, per esempio tralasciare chi bestemmia senza ritegno, chi si droga, chi si ubriaca, chi si vende l'anima al diavolo... tanti uomini e donne che preferisco mettere in pericolo la serenità e la pace di chi ha invece scelto di vivere cristianamente. Amici, è ora di profumare le nostre abitazioni oltre che con la preghiera, anche con un po' d’incenso, per liberare l'aria dalle violenze gratuite e dalle blasfeme parole, senza senso, che fanno solo danno a chi le pronuncia e a chi le ascolta. Buongiorno a tutti amici, evitiamo grosse parolone per non cadere in tentazione! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “il vasetto della marmellata”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
15/01/2019 07:25  

Cuore grande

Cuore grande

Pensiero del mattino 15 gennaio 2019

Cuore grande..

Che bello donare la vita per continuare a far vivere. Ci sono tanti modi per poter donare la vita, in primis c'è il dono della maternità, portare a termine una maternità è il dono più straordinario che una una persona possa fare. Poi ci sono altri modi di donare vita, come per esempio donare del sangue per l'emergenza, donare gli organi nei casi di morti accidentali... Amici questi gesti d'amore sono tutti doni belli e nobili che solo chi ha amore nell'anima può farlo. Non dimentichiamo che Dio stesso tutti i giorni dona vita ai propri figli, anche a chi lo tradisce per altre ideologie strane e confusionarie. Dio è vita ed è il padrone della nostra vita ed in qualsiasi momento potrebbe richiederla. Ora più che mai mostriamoci più attenti ai bisogni dei nostri fratelli: anche donare un sorriso è donare vita. Ricordiamo un detto che dice: "Se vita si dà... vita eterna si avrà" Buon giorno a voi festosi d'amore. Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, “il sempre disponibile”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
14/01/2019 06:54  

Toccarla...

Toccarla...

Pensiero del mattino 14 gennaio 2019.

Toccarla...

Avere fede è importante perché averla riesce a donare speranza per se e per gli altri. La fede va sempre alimentata ed invocata con la preghiera e con gesti di carità. Avere fede è avere la certezza dell'amore di Dio. Dio è amore, ecco perché la fede diventa un dono. La prova dell’aver fede è nel dono di sé verso il Signore e il prossimo. La fede come sappiamo proviene da una forza superiore e non può essere usata come vanto, ma come esempio di vita. La fede da’ coraggio, sprigiona costanza, sa essere dolce ed elegante; averla fa soffrire di meno rispetto a chi non ce l'ha. Tutti siamo tenuti ad invocarla, non deve passare un attimo della giornata senza pensarla, ed è bene che prima di ogni azione vada invocata, come si fa quando ci si mette in macchina per piccoli o lunghi viaggi, controllando se c’è benzina, olio e voglia di andare. La fede non si ferma al primo ostacolo. La fede è come un medico di aspetto duro ma con capacità umane. Per questo si dice “chi fede non ha una lenta agonia avrà”. Buona giornata di tanta fede e tranquillità. Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, “il posteggiatore”, di Dio. Amen.
Ore 8:00 link per il Santo Rosario per invocare benedizioni sulla famiglia e il dono di un figlio per le coppie che attendono la grazia di averne. Telefonate se volete. 389 8893324.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
13/01/2019 11:09  

Battesimo di Nostro Signore Gesù

Battesimo di Nostro Signore Gesù

Meditazione spirituale del 13 gennaio 2018 -battesimo di nostro Signore Gesù Cristo.

Piccolo pensiero di Padre Pio.

Fate memoria della vostra vita. Non trascurate nulla dal primo vagito ad oggi. Ripercorrere quegli anni, sicuramente vi farà bene, vi accorgerete di quante Grazie il buon Dio ha riversato su ognuno di voi. Non fissate lo sguardo sulle lacrime del dolore che hanno rigato il vostro cammino, ma giustificatele nell' adempimento del battesimo ricevuto per essere conformi a Cristo Salvatore: Totale esistenza Divina.

Piccolo pensiero Mariano.

Figli miei, Cristo mio figlio, si è denudato di tutto pur di farvi partecipe della Sua Grazia. Oggi dal cielo, più che mai nella memoria del suo battesimo, ci consiglia di essere umili; perché nell'umiltà si rafforza la grazia di Dio. Ognuno possa stabilire nel proprio cuore il desiderio di ciò che ha verso mio figlio. Tutti siete chiamati a rinnovare quell'acqua ricevuta da mani consacrate. Rinunciare è rinovvarsi in Cristo Salvatore del mondo.

Buongiorno amici Oggi è domenica
È bene andare perché Gesù ci aspetta. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “il portatore d'acqua” di Dio. Amen.
Ti ricordo che questa sera alle ore 17:00 fino alle ore 18:00 c'è l'adorazione del rinnovo del battesimo in diretta streaming. Seguirà il link, partecipate se vi fa piacere


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
12/01/2019 07:24  

Non farlo

Non farlo

Pensiero del mattino
12 gennaio 2019.

Non farlo..

A chi di noi non è capitato di desiderare qualcosa che non gli appartiene o di poggiare gli occhi su chi già è impegnato! Desideri peccaminosi da cui la legge di Dio ci ha messo in guardia.
Non "desiderare" citano il 9^ e 10^ comandamento. Purtoppo oggigiorno moltissimi di noi non si creano problemi nel fare cose che portano ad essere nemici della legge di Dio. Amici desiderare si, ma la santità! Questo dev'essere l'unico obiettivo per tutti. Vivere una vita guardando e desiderando persone o cose che non ci appartengono, perché già di altri, è cosa gravissima. Sfasciare famiglie è cosa diabolica. Rubare o pretendere proprietà senza stenti, non si godranno mai! Ravvediamoci tutti e lasciamo che il buon Dio ci dia il giusto attraverso la Sua Santa Provvidenza. Buon giorno amici e buon lavoro, le cose sudate sono le migliori. Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, “il pasticciere”, di Dio. Amen.
Ore 8 diretta streaming Santo Rosario per invocare il dono della maternità e abbondanti benedizioni sui nostri figli. Per partecipare chiamare 389 8893324 e sarai in diretta con me.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
11/01/2019 06:34  

Se ci credi.

Se ci credi.

Pensiero del mattino 11 gennaio 2019.

Sei ci credi.

Chi di noi non ha pensieri per la testa che cerca di superare in modo dignitoso sforzandosi di andare avanti? Amici ogni difficoltà giornaliera non deve essere motivo di disperazione o occasione per spaventarsi. Qualunque ostacolo si incontrasse l’importante è pensare che passerà. Ognuno di noi in questi disagi ha bisogno, per superarli, di credere fermamente nella Santa provvidenza, che ci dona il necessario per andare avanti. Prendiamo esempio dall'albero d'ulivo che viene definito nelle scritture come un albero prezioso, albero della provvidenza che nonostante la sua forma sofferente, dona olio per ogni evenienza. Allora non rimaniamo passivi sui tanti problemi ma volgiamo lo sguardo a Gesù Maestro della santa Provvidenza e preghiamo così: “Santa Provvidenza non abbandonarmi mai, soprattutto non abbandonare chi sta peggio di me, provvedi per ognuno di noi, provvedi per chi ha più bisogno e come l'alberello d'ulivo non si stanca mai di donare provvidenza così anch'io sperimenti tutti i giorni il dono dell’abbondanza”. Amici proviamo a pregare insieme ancora: “Santa Provvidenza pensaci tu per me, sopratutto a chi sta peggio di me”.
Buongiorno amici, facciamo nascere il desiderio di crederci! Vi benedico, diacono don Emilio Cioffi, “Il Boscaiolo”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
10/01/2019 08:08  

La parte importante

La parte importante

Pensiero del mattino 10 di gennaio 2019

La parte importante

Diventiamo mediatori del bene, indichiamo la strada giusta alle persone che hanno avuto cattivo esempio affinché comprendano che le emozioni non diventono buoni sentimenti se si ha il cuore malato. Ed è importante che questo cuore non sia stretto fra le mani per farlo soffrire di più, ma bisogna prenderlo con le punte delle dita e offrilo a Dio, con sottomissione e devozione, per ricostruire la sua purezza, la sua elasticità, per un vero sentimento. È necessario per chi vuole una tranquillità interiore, per vivere un vero amore, mescolarlo alla gioia del cuore che, se si vive nell’ottica della fede, diventa grazia di Dio. Amici lasciamoci guidare dalle buone azioni e dalla nostra guida spirituale. Buongiorno a tutti, siate generosi nel bene per voi stessi e per gli altri. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “Il Cocchiere”, di Dio. Amen.

Ore 8:00 prega con me il santo rosario in diretta streaming Seguirà il link


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
09/01/2019 06:52  

Che lasciamo ...

Che lasciamo ...

Pensiero del mattino
9 gennaio 2019

Che lasciamo...

Che garanzia stiamo dando ai nostri figli per il futuro, forse lasciargli una casa, dei terreni, dei soldi?! Questo certamente aiuta, magari permettendogli di avere una vita agiata, ma questa non è la garanzia che donerà loro la Pace, la garanzia della famiglia, la garanzia dei veri valori cristiani, e senza di questi tutto diventa illusione di un momento. Quindi è necessario lasciare la garanzia del credere nei valori Veri, nei valori giusti e diventa per loro, e per noi tutti, un'eredità incommensurabile! È ora di svegliarsi, è ora di guardare in faccia la realtà, è ora di dire con forza NO a questo sistema che fino ad oggi ha portato solo disastri! Diamo buon esempio partendo da nonni e genitori, per arrivare ai figli. Questa è la garanzia del futuro: Mettere la propria vita nelle mani di Dio! Buongiorno amici. Vi abbraccio fortemente con affetto! Il vostro diacono Don Emilio Cioffi, “il barista”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
08/01/2019 09:14  

A che serve?

A che serve?

Pensiero del mattino 8 gennaio 2019.

A che serve?

A volte non ci rendiamo conto di usare delle esclamazioni che distruggono l'entusiasmo e questo è un danno per chi ha nel cuore la gioia di rinnovare, di proporre ...ecco allora che entra l'esclamazione più distruttiva del momento: “A che serve!” Questa esclamazione esclude ogni forma di rispetto, ogni entusiasmo di riproporre le nostre belle e antiche tradizioni. Ma allora a che serve dire “Buongiorno”?; a che serve dire “grazie”?; a che serve chiamare una suocera o un suocero “mamma/papà”?; a che serve apparecchiare una tavola in un giorno di festa? e così via tutte le domande/esclamazioni che portano a distruggere l’entusiasmo che potrebbe servire a donarci la voglia di vivere; a che cosa serve vivere se non ripercorrere le strade dei nostri educatori, come i nostri genitori, i nostri nonni, le nostre antiche maestre Ecco che cosa serve: essere promotori di dire che invece SERVE ECCOME...!
Buongiorno amici. Vi abbraccio tutti e non dite “a che cosa serve!” Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “il parrucchiere”, di Dio. Amen.


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
07/01/2019 09:42  

Rasserenati...

Rasserenati...

Pensiero del mattino
7 dicembre 2019

Rasserenati...

Per alcuni quando il pensiero diventa attivo non si ferma più fino a quando ciò che pensano non viene portato a termine. Fissarsi sulla propria idea a volte può rivelarsi la peggiore cosa che si possa fare, perché ci si potrebbe scontrare con le altre persone, anche familiari, perché non ci si propone con umiltà, e si rischia di arrivare ad inutili scontri, scartando qualsiasi confronto, con conseguenze sgradevoli al punto di essere derisi o messi da parte con dispiaceri a volte irreversibili. Bisogna evitare di usare atteggiamenti “saputelli” perché potremmo stancare chi non ha più pazienza con alcuni nostri infertili discorsi, perché queste imposizioni non hanno da poter dare alcuna sapienza. Se si vuol dare dei consigli con idee personali sulla vita altrui, bisogna essere degni ad iniziare dalla propria stessa vita, allora sì che saremo creduti.
Buongiorno amici. Un abbraccio forte a voi che più che parlare sapete ascoltare. Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, “l'amplifon”, di Dio. Amen


  (PENSIERI DEL GIORNO DI DON EMILIO)
06/01/2019 13:09  

Epifania del Signore

Epifania del Signore

Meditazione spirituale - 6 gennaio 2019 - Epifania del Signore

Pensiero di Padre Pio

A volte è necessario fare lunghi percorsi per arrivare dove la Grazia non manca. Ecco la stessa cosa fecero i Magi che da Oriente, dopo giorni e giorni di cammino, si trovarono dinanzi alla grotta per adorare il Signore. La nostra vita è un cammino, è un pellegrinaggio, non possiamo soffermarci alle prime difficoltà ma andare avanti; se Grazie vogliamo trovare alla grotta dobbiamo arrivare! Questo è un grande mistero che viene da Dio e trasmesso agli uomini; a sua volta la vita scorre e viene trasmessa a chi verrà dopo di noi, riconosciamo in quel bambinello il figlio di Dio e anche noi come i Magi prostriamoci per adorarlo.

Piccolo pensiero Mariano.

Figli amatissimi, oggi ancora una volta, con immenso amore mi rivolgo a voi tenendo sulle ginocchia mio figlio Gesù che, adorato dai Magi, si mostra come Re dell'Universo. Abbiate la gioia di questo amore perché nulla può donare ciò che non c'è; In lui c'è la speranza del futuro e purtroppo questa umanità non vuole riconoscerlo. Tuttavia cercate di amare quello che mio figlio ha lasciato nella sua venuta sulla terra.

Buongiorno amici prostriamoci come i Magi davanti a Gesù! Vi benedico, diacono Don Emilio Cioffi, l’adorante di Dio. Amen.


   

La luce che cercavi | Corso XXV archi, Roccaravindola, 86070 | (IS) - ITALIA | Tel: 349 50 75 948 |